Warrah è stata abbandonata dai suoi genitori all’età di soli cinque anni. Fu accolta da un parente che la mandò ad elemosinare nella stazione di rifornimento a Bamoi Luma, sede di un grande mercato nel fine settimana. 
Warrah ha un sorriso glorioso. "A scuola" dice lei "Mi piace giocare con gli altri bambini".
Warrah soffre di una paralisi cerebrale, ed ha inoltre difficoltà di concentrazione. Dal momento che non stava facendo i progressi necessari, Wesofod ha organizzato lezioni supplementari con un insegnante speciale. 

Saidhu ha uno sguardo profondo che cattura. Sembra così piccolo nella sua sedia a rotelle ma è determinato e forte. Saidhu ha alle spalle una lunga e complessa storia di fratelli e sorelle disabili, divorzi e seconde nozze, l’abbandono da parte della famiglia e la successiva cura da parte della nonna. Con l’avanzare dell’età la nonna non era però più in grado di trasportare Saidhu fino a scuola e lui rischiava di dover abbandonare definitivamente gli studi. La nonna ha chiesto aiuto a Wesofod: ora Saidhu vive al Centro e frequenta regolarmente la scuola.
Mariatu è una bambina molto vivace e la sua sedia a rotelle sembra quasi rallentarla. Lei allora la abbandona per raggiungere la sua destinazione a velocità incredibili.
La mamma di Mariatu ha dato alla luce diversi figli, tutti disabili, ma lei è l’unica ad essere sopravvissuta. Dopo il divorzio, la madre la lasciava per lunghi periodi da sola in casa per andare al lavoro. Al nuovo matrimonio della madre è seguito un trasferimento in un villaggio isolato e senza una scuola. Nessuno avrebbe accompagnato Mariatu alla scuola più vicina.
Ora Mariatu, grazie a Wesofod, può continuare gli studi. Le piace ed è felice.


RIMANI INFORMATO VIA MAIL
Email *
Nome *
Cognome *
*campo obbligatorio