Gli allievi:

"Ho sempre desiderato suonare uno strumento e il mio sogno si è avverato quando un giorno, all'uscita da scuola quando frequentavo la seconda media, ho visto un volantino sulla porta d'ingresso, che richiedeva ragazzi disposti a suonare in un'orchestra anche se non conoscevo bene la musica. Così ci mi sono recata ad 
un incontro di presentazione del progetto. Da questa “orchestra” mi aspetto di imparare a suonare bene, tanto che un giorno io possa suonare in qualche orchestra professionista in tutta Italia. In questi 3 anni ho avuto diversi insegnanti. Mi sono trovata benissimo."

"Faccio parte dell'Orchestra Giovanile Pepita!!! Suono la chitarra, uno strumento che a me piace molto, mi ha sempre affascinato l'idea di poter suonare insieme così, quando ho scoperto che si poteva entrare a far parte di un'orchestra mi ci sono subito fiondato. Penso che questo progetto sia molto serio e per questo cerco di fare del mio meglio, suonare nell'orchestra mi dà molte soddisfazioni e penso che le dia a tutti i miei compagni."

"Sono molto contento di trovarmi qui a fare parte di questo progetto Pepita molto bello e interessante.
Lo strumento che suono è il violino; è uno strumento molto bello anche se un po complicato, però mi sto impegnando moltissimo per riuscire a farlo suonare.
I miei genitori mi hanno trovato questo posto dove mi trovo benissimo e gli insegnanti sono molto bravi. 
Io vorrei più avanti fare parte della orchestra Pepita, sarebbe per me una bellissima esperienza e dare una soddisfazione ai miei genitori." 


I genitori:

"E' un onore per noi poter dichiarare che nostra figlia partecipa al progetto Orchestra Giovanile PEPITA.
Dopo i mesi trascorsi nell'ambito dell'orchestra abbiamo notato che nostra figlia è diventata più estroversa e più disponibile, anche se non ha mai avuto grosse difficoltà ad intraprendere nuove amicizie. A casa poi, la sua passione musicale viene condivisa dalle sue sorelle, e spesso accanto al repertorio consueto seguono i brani di Giovanni Allevi. Speriamo che tutti i ragazzi partecipanti al progetto trovino occasione di continuare con lo stesso entusiasmo di modo che la possiamo vedere affacciarsi al mondo degli adulti con semplicità e classe."

"Questa bella storia è iniziata circa 3 anni fa quando, per assecondare la passione per la musica di Lorenzo, abbiamo deciso di informarci sul “progetto Pepita”. In secondo piano cera l'idea dell' orchestra che però ha subito attirato sia noi che nostro figlio ed è allora che non abbiamo avuto esitazioni… buttiamoci in questa avventura e vediamo cosa succederà…... Sinceramente ci sembrava un sogno molto lontano e complicato da realizzare… ma solo la paura di fallire rende impossibile un sogno. Quindi…..
Abbiamo assecondato la spensieratezza dei ragazzi e le loro passioni, non senza sacrifici ovviamente, ma l'idea di una grande impresa…. è sempre stata più forte della fatica. L'entusiasmo e la semplicità di Lorenzo e dei sui amici “musicisti” (già perché sono nate anche nuove amicizie e conoscenze) ci hanno contagiati e hanno insegnato anche a noi adulti che si può imparare a suonare uno strumento singolarmente, ma sapersi muovere in armonia con altri è più complicato però, nello stesso tempo, anche molto più gratificante. 
Una considerazione che può valere non solo per la musica ma per tutta la nostra vita: l'unione fa la forza! Ogni volta che li vediamo esibirsi è una grande emozione, ma in particolar modo è bello vedere nei loro volti la soddisfazione di fare qualcosa di veramente speciale! Tutta la nostra famiglia è orgogliosa di far parte di PEPITA!!!

"Siamo molto felici della partecipazione di Diego al progetto Orchestra Giovanile Pepita.
é bello vederlo alzarsi dal divano, andare in camera sua, infilarsi "l'imbragatura”, mettersi davanti al leggio e sentirlo partire con le notone del sax. Diego è un passionale ed è anche molto poco paziente, quando non gli viene qualche passaggio musicale.... apriti cielo! Ma confido che riesca ad imparare anche a contenere queste manifestazioni sia per l'ambito musicale che nel resto della vita e credo che questa sia una buona palestra. Sicuramente la musica aiuta Diego ad esprimere ed indirizzare i suoi “picchi” adolescenziali.
Nessuno in famiglia suona (siamo in cinque e Diego è il “piccolino”), però da qualche mese io e mio marito abbiamo iniziato a cantare in un coro e Diego si è offerto di aiutarci a capire come sono organizzati gli spartiti, come leggere le note e soprattutto come contare il tempo. 
é stato bello imparare da lui, cantare insieme a lui seguendo i suoi suggerimenti. Come suggerimento ve ne lascio uno che sarà molto in là nel tempo, comunque mi piacerebbe che quando i ragazzi della prima tornata come Diego saranno in età da uscita dal progetto possano comunque essere orientati dal loro Maestro a sviluppare una competenza in più: quella di insegnare ciò che hanno imparato, così che il progetto Orchestra Giovanile PEPITA possa, anche tramite loro, continuare ad espandersi non solo per la musica ma anche nella filosofia che lo guida."

RIMANI INFORMATO VIA MAIL
Email *
Nome *
Cognome *
*campo obbligatorio